Revisione del Servizio di Recapito a Tre Modelli Differenziati

15 Settembre 2017

 

 

Si è tenuta il giorno 7 settembre u.s. la riunione per la revisione del modello di recapito in P.C.L., prevista dall’accordo siglato il 4 agosto u.s..

In quell’occasione l’azienda ci presentato le slides, che alleghiamo, con le quali, oltre a rappresentare la impellente necessità di avviare rapidamente l’implementazione delle zone alterne in 47 CD collocati in aree regolate, in ottemperanza alla delibera dell’AGCOM, ci ha presentato il piano di evoluzione del modello di recapito con il passaggio da un “unico” modello su tutto il territorio nazionale a tre modelli di recapito differenziati in funzione del livello di competizione territoriale.

Nello specifico:

  • AREE RURALI – (recapito regolato) Unica rete di consegna a giorni alterni per tutti i prodotti e ratifica delle zone create per l’editoria.

  • LOCALITA’ PROVINCIALI E PICCOLI CAPOLUOGHI DI PROVINCIA – Unica rete di recapito a giorni alterni, con riprotezione dei prodotti veloci mediante articolazione dedicata (ex plus) anch’essa a giorni alterni

  • GRANDI CENTRI URBANI – Due reti di consegna

    • GRANDI CENTRI (Da individuare, hanno citato solo Roma e Milano) – recapito giornaliero di corrispondenza in cassetta con riprotezione dei prodotti veloci anch’essa quotidiana

    • ALTRI CENTRI – Recapito a giorni alterni di corrispondenza in cassetta e riprotezione giornaliera dei prodotti veloci.

Abbiamo rappresentato la nostra piena insoddisfazione evidenziando come questo nuovo modello non sia che una minima rivisitazione di quello presentato nel mese di febbraio di quest’anno e la nostra determinazione ad approvare la partenza delle zone regolate solo quando avremo definito e condiviso un nuovo modello di recapito nelle altre realtà, rimandando l’analisi di merito alla riunione prevista il 12 settembre.

Nella riunione del 12 settembre, invece, alla luce dei problemi insorti in sede di contrattazione territoriale per l’accordo commerciale con Amazon, abbiamo ritenuto opportuno evidenziare le difficoltà relazionali emerse per la mancata autonomia dell’azienda, a livello territoriale, a dare informazioni e a prendere decisioni diverse dai basket turni, che noi reputiamo indispensabili per effettuare un servizio di qualità a fronte di una commessa commerciale così importante.

Dopo un acceso dibattito abbiamo ottenuto dall’azienda lo spacchettamento per regione e per provincia dei 1500 CTD (di cui una quota verrà assegnata in seguito) e la percentuale di copertura lorda attualmente in forza nelle varie località che alleghiamo.

Dall’illustrazione è emersa una situazione generale di copertura (riferita al mese di giugno) di oltre il 110% previsto, che noi abbiamo fortemente contestato in quanto la realtà sui territori è ben diversa, richiedendo la fornitura dei dati relativi alla copertura netta che meglio fotografano il disagio esistente in ogni centro di recapito.

La riunione si è conclusa senza affrontare il tema all’ordine del giorno che è stato rinviato ad una prossima convocazione.

Cordiali saluti 

CTD Amazon 

Dati di Copertura Recapito Giugno 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply