Incontro Sulle Azioni Di Piano Strategico della Funzione PCL

6 Marzo 2015

Incontro sulle azioni di Piano strategico della funzione PCL

 Si è svolto questa mattina ( 5 Marzo 2015 ) l’atteso incontro con l’Azienda per l’illustrazione delle azioni specifiche  della Funzione Posta, Comunicazione e Logistica (PCL) collegate al Piano strategico 2015/2019. Come noto questo incontro segue quello svolto il 16 dicembre u.s. con l’AD Ing. Caio e quello del 16 gennaio con la Funzione MP sui quali vi abbiamo già informato a suo tempo.

All’incontro ha partecipato per l’Azienda non solo il responsabile della Funzione PCL Dr. Giacchi ma anche il responsabile delle Risorse Umane  Dr. Barbieri che ha introdotto la riunione sottolineando l’importanza e la delicatezza dell’attuale momento per il Gruppo Poste, anche nella prospettiva della privatizzazione del 40% del suo capitale.

Il responsabile della Funzione PCL ha illustrato in modo molto approfondito i contenuti della presentazione che vi alleghiamo, presentazione che si sviluppa lungo tre direttrici:

  • la situazione di partenza del Gruppo Poste in generale e della Funzione PCL in particolare, situazione drammatica (e rappresentata come tale) sia per quanto riguarda la situazione attuale del servizio e dell’Azienda che per le loro prospettive in mancanza di interventi correttivi;
  • la visione dell’Azienda per i servizi postali, proiettata al 2020;
  • il piano delle azioni necessarie, secondo l’Azienda, per raggiungere gli obiettivi di un decisivo recupero di efficienza ed efficacia del servizio di recapito della corrispondenza e dei pacchi, piano di azioni che riguarda una nuova organizzazione del recapito e delle regole gestionali ma che tiene conto anche delle recenti modifiche all’impianto regolatorio del servizio universale contenute nel DDL stabilità 2015 (introduzione del corriere in J + 4, estensione della possibilità di attivare il recapito a giorni alterni ecc.).

Ci riserviamo di inviarvi nei prossimi giorni una valutazione più approfondita e puntale dei contenuti del documento aziendale dopo che avremo analizzato meglio i suoi contenuti.

Dopo l’illustrazione del documento la parola è, come di consueto, passata alle OO.SS. per il loro commento.

L’intervento svolto dal nostro Segretario Generale non ha, come ovvio, toccato gli aspetti di riorganizzazione tecnica contenuti nella presentazione aziendale, che necessitano peraltro di ulteriori approfondimenti, ma si è sviluppato attraverso delle considerazioni politiche e delle richieste precise  in merito alla disponibilità aziendale ad avviare un negoziato vero, che possa riguardare ogni aspetto di merito delle proposte illustrate.

Poiché è  condivisa da tutti la necessità di riorganizzare il settore dei servizi postali, pena la progressiva uscita di Poste dal mercato e il deterioramento irreparabile del conto economico dell’Azienda, si tratta a nostro parere di condividere  il metodo negoziale, di darci delle priorità sugli obiettivi da raggiungere, di lavorare in sede tecnica step per step, di lasciare al negoziato la possibilità di individuare il “come” raggiungere gli obiettivi condivisi, di evitare inutili rigidità da parte aziendale, di valorizzare (invece che sanzionare in modo sempre più pesante) le risorse umane.

Se queste condizioni ci dovessero essere,  SLP ha annunciato la disponibilità da subito ad avviare il tavolo tecnico negoziale nel quale provare a raggiungere un accordo entro tempi certi, compatibili con i gli obiettivi del Piano strategico.

Dopo gli interventi delle altre OO.SS. l’Azienda, attraverso il Responsabile delle Risorse Umane, ha ufficialmente comunicato la disponibilità ad attivare da subito un confronto di merito “vero”, nel quale approfondire le proposte aziendali e confrontarle con le soluzioni eventualmente alternative proposte dal Sindacato. In sostanza l’Azienda ha condiviso la nostra proposta di partire dagli obiettivi condivisi e insieme definire le priorità di intervento nonché le modalità più convenienti per tutti per raggiungere tali obiettivi.

La riunione si è conclusa con l’impegno a convocare il tavolo tecnico sulla riorganizzazione dei servizi postali già nella prossima settimana.

Cordiali saluti

MARIO PETITTO

SEGRETARIO GENERALE

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply Emanuele Gorelli 6 Marzo 2015 at 11:54

    Mi chiedo se sia stata tirata in ballo la questione degli ex CTD….e se dobbiamo considerarla tra le questioni da affrontare nei prossimi incontri?????

  • Leave a Reply