Firmato Accordo Commessa Amazon

18 Settembre 2017
 

 

Lettera Unitaria.pdf

 

Venerdi 15, si è conclusa la trattativa regionale relativa alla commessa Amazon che, lo ricordiamo, è ancora sperimentale, fino al 31 dicembre. Alla quattordicesima riunione svoltasi in poco meno di 20 giorni, abbiamo potuto condividere un Accordo che ci soddisfa e lascia intravedere un nuovo percorso di relazioni industriali.

Come saprete dai numerosi comunicati di questi giorni, l’Azienda chiedeva di introdurre nelle lavorazioni interne e nel recapito dei CPD/CSD , matrici orarie su sei giorni, dal lunedì al sabato, tornando così alle sei ore giornaliere, affiancandole alle attuali matrici su cinque giorni. In sostanza avremmo avuto addetti a 7,12 ed altri a 6 ore, ottenendo così una maggiore flessibilità operativa e gestionale ma stravolgendo nuovamente l’organizzazione della vita privata dei 3000 dipendenti impegnati nel settore. Le parti Sindacali non si sono limitate a rigettare l’intero progetto di cui non se ne intravedeva la necessità ma hanno rappresentato, a tratti anche con toni accesi, una fotografia del settore in sofferenza per le carenze di personale, inadeguatezza dei mezzi, insufficienza e/o inesistenza di strumenti adeguati alla lavorazioni dei pacchi, la ormai nota, gestione del personale, con particolare attenzione a quello a tempo determinato, quanto meno impropria e fin troppo autoritaria, la presenza di operatori “solitari” in alcuni centri, la dislocazione e l’applicazione di messi notificatori e portapacchi, la rilevante disattenzione relativa a sicurezza ed igiene sui posti di lavoro.

 

L’interesse delle OO.SS.  era indirizzato a risolvere le numerose problematiche esistenti, quello dell’azienda palesemente orientato a “strappare” una nuova organizzazione, seppure sperimentale, nello specifico settore d’interesse che era quello della Commessa citata. 

 

Sono state necessarie 14 riunioni nelle quali è emerso il reale stato in cui versa il settore e la condivisione di dover immediatamente porre riparo ad una condizione che rischiava di precipitare, si è deciso di lasciare intatto ciò che funzionava sufficientemente bene ed intervenire su quanto era necessario migliorare. Pertanto, gli orari delle lavorazioni interne non verranno modificati a meno che non nascano necessità che oggi non sono presenti né si intravedono, viene introdotta una matrice a sei ore dal lunedì al venerdì di pomeriggio e sabato mattina esclusivamente per la consegna pacchi, gli attuali orari del recapito restano confermati. 

 

Verranno assunti ulteriori 60 CTD entro il primo ottobre, che si sommeranno agli attuali 148 presenti, per un totale di 208 destinati esclusivamente al recapito dei pacchi. 

 

Per quanto riguarda il Centro di Affile, saranno introdotte matrici orarie a sei ore su sei giorni che inizieranno la domenica e termineranno il venerdì, la prima a partire dalle 18,30 e l’ultima alle 24,00. 

 

Tutti gli orari introdotti, sia quelli di Affile che quelli del recapito pomeridiano, sono finalizzate in modo esclusivo alla Commessa Amazon e verranno attivati con personale flessibile. 

 

Al termine della riunione, le parti si sono accordate per affrontare le problematiche rappresentate del settore, ivi compreso il CMP di Fiumicino Aeroporto, il giorno 20 settembre. Come sempre vi terremo informati sugli sviluppi delle prossime trattative.

 

Verbale Accordo Amazon 15 settembre 2017.pdf

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply